Feste di settembre 2016

183 anni di storia, 3 giorni di festa, due settimane di fermento: ci siamo, anche quest’anno è tutto pronto per le Feste di Settembre.

Dal tradizionale sparo di mortaretti alle 13.00 del 29 agosto, fino ai fuochi pirotecnici di mezzanotte e mezza del 16 settembre, Lanciano si prepara a vivere i suoi giorni più vivi e pieni, in onore della Madonna del Ponte. Le “Feste di Settembre” anche quest’anno si presentano alla città con il progetto editoriale “L’ALMANACCHE DE LANGIANE – Almanacco dei lancianesi –“. Abbiamo lavorato con impegno a questa quarta edizione dell’Almanacco, sforzandoci di essere sempre rigorosi nella grafica, nelle notizie, nella ricerca storica, nell’informazione, secondo la finalità inseguita sin dall’inizio, ossia cementare la Comunità Lancianese attorno ai suoi elementi identitari.

Siamo soddisfatti del programma che siamo riusciti a mettere su in questo 2016 perché, nonostante le notevoli (e aumentate) difficoltà economiche, non manca proprio nulla. Tradizione, divertimento e novità ci sono tutte. Il Settembre Lancianese è tale se riesce a “tenere dentro” tutte le attività e le manifestazioni che lo caratterizzano da sempre. Noi anche quest’anno, nonostante gli enormi problemi di bilancio, abbiamo fortemente voluto salvaguardare la Fiera di Sant’Egidio, il Dono, le Luminarie, i Fuochi pirotecnici, la Musica in piazza, la Banda e le Giostre. Si tratta di tutelare e rilanciare l’identità stessa delle feste lancianesi, le nostre “Feste di Settembre”. Dal 29 agosto inizierà un Settembre fatto di tante cose, oltre 50 associazioni cittadine coinvolte, 70 eventi tra concerti, spettacoli, mostre, manifestazioni sportive, culturali. Adesso chi è di Lanciano ama Lanciano e la sostiene.
Per il secondo anno durante la nottata ci sarà la RIEVOCAZIONE STORICA DELL’ARRIVO DELLE CORONE, un modo per toccare con mano la vera origine delle nostre feste. Dalle ore 21.00 del 13 settembre, un solenne corteo in costume d’epoca sfilerà da piazza del Plebiscito, salendo su per corso Roma, fino alla chiesa di Santa Chiara, per poi scendere di nuovo giù verso la piazza, in ricordo, appunto, dell’arrivo delle corone per la Madonna del Ponte a Lanciano.
La manifestazione, alla sua seconda edizione, è a cura di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, con la collaborazione di Domenico Maria Del Bello e Carmine Marino. E i veri protagonisti della serata saranno il Teatro Comunitario d’Abruzzo, ossia un gruppo di cittadini-attori impegnati nella rievocazione a cura del Teatro del Sangro/Teatro Studio, i Fucilieri borbonici del 13° Reggimento di Fanteria di Linea “Lucania” con uniforme storica, a cura dell’associazione “Imago Historiae” di Potenza, la Società di Danza (Modena) specializzata nella ricostruzione di balli dell’Ottocento in costume d’epoca in piazze e palazzi storici, la Banda filarmonica della Frentania diretta dal M°. Giovanni Sabella e la Compagnia Tradizioni Teatine diretta dal professor Francesco Stoppa, specializzata in rievocazioni popolari dell’800 abruzzese.
Altro appuntamento di rilievo, insieme ai concerti del 14 settembre con GIANLUCA GALVANI -THE SOUND OF SWING (Festival Jazz Tradizionale di Lanciano diretto da Renato Gattone) e del 15 settembre di MOMO e la momoband, è senza dubbio il concerto di PEPPE SERVILLO [Avion Travel] & l’ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA diretta da Ambrogio Sparagna, la sera del 16 settembre, in piazza del Plebiscito.

Confermati tutti gli appuntamenti tradizionali (grazie allo sforzo degli operatori lancianesi coinvolti) come lo sparo dei mortaretti (29 agosto e 1 settembre), la fiera di Sant’Egidio il 31 agosto, le corse al galoppo (11 settembre), la sfilata del Dono l’8 settembre (anche quest’anno in testa al corteo sfilerà il “Gruppo Tradizione”, canti della tradizione del ‘Dono’ a cura di Mimmo Spadano – Terre del Sud), gli appuntamenti (quest’anno con la cassa armonica in piazza Plebiscito) della Banda filarmonica della Frentania diretta dal M°. Giovanni Sabella (in collaborazione con Gianfranco Miscia) e composta interamente da giovani musicisti frentani, le luminarie della ditta Gargarella in collaborazione con Faniuolo Illuminazioni di Putignano (Bari) e i quattro fuochi pirotecnici incendiati dalla ditta Lanci Fireworks.
Un grazie particolare va a tutte le associazioni che, con le loro attività, vanno a formare quel grande puzzle che è il cartellone di queste Feste 2016. Mostre, urbansketchers, cultura, libri, teatro, enogastronomia, le giostre, l’Almanacche de Langiane e tanta musica faranno compagnia ai frentani, e non solo, in questi quindici giorni di festa.

tratto dal http://www.festedisettembrelanciano.it/feste-di-settembre-2016/

 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.