Feste di Settembre 2017

Ecco il programma completo delle Feste di Settembre 2017!
agosto 29, 2017
Con lo sparo di Mortaretti e Batterie dalla Torre Civica parte oggi il cartellone di eventi delle Feste di Settembre Lanciano 2017, uno degli appuntamenti di maggior richiamo per tutta la regione.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa alla presenza del presidente del Comitato Feste Maurizio Trevisan, del sindaco Mario Pupillo e di molte delle associazioni cittadine coinvolte, è stato illustrato il programma dettagliato del Settembre lancianese.

Sono circa 40 gli eventi in Cartellone, che si snoderanno da qui al 17 settembre prossimo.

Le 3 serate clou delle Feste, come annunciato da tempo, ospiteranno grandissimi nomi del panorama musicale italiano, chiamati per riuscire ad accontentare gusti ed età diverse: UT News Trolls con ospite Nico Di Palo, Dodi Battaglia e Alex Britti, rispettivamente il 14, 15 e 16. Così come l’evento in piazza Plebiscito della Nottata (il 13 settembre) con “Passione 2017 – Abruzzo nel Cuore”, realizzato da Cerrone, Valagro e Walter Tosto: una prima parte dedicata alla moda, la bellezza e alle esibizioni di talenti tutti rigorosamente di origine abruzzese e una seconda parte, dalla mezzanotte all’Apertura delle 4, con la discoteca a cura di Dj Raffaele Jair.

Ma nel corso della Nottata (13 settembre) non mancheranno altre occasioni di divertimento in altri angoli cittadini. Tra queste: il “Gran galà delle Orchestre – Ballo in piazza” nel piazzale dell’ex stazione; “La Nuttate 3.0” lungo corso Trento e Trieste, Special guest AMSCAT con Kamasutra do Brasil, diretta Radiofonica a cura di Radio Color e diretta tv a cura di Globe Tv channel (coordinata da Danilo Daita); la Danceteria – Accademia di ballo in piazza Pace, con tutto il team di professionisti: dimostrazione di varie discipline, spettacoli, animazione con balli di gruppo e a seguire serata danzante di danze caraibiche.

Tanto spazio anche ai concerti di gruppi locali, ospitati prevalentemente in piazza Plebiscito, con inizio tra le 21.30 e le 22: “Figli del Mare” con musica anni ’60-’70 e Revival (5 settembre); Apollo Blues Band (6 settembre); Concerto dei premiati del Concorso Masciangelo – Accademia Musicale Frentana (6-7 settembre); Il Cantastorie in concerto (8 settembre); “Paese della Musica” (9 settembre); Hertz – The Cranberries Tribute band e “Area Protetta” (11 settembre); Cinquantennale 3° edizione Ponte d’Oro (1967-2017) – Festival di gruppi musicali anni 60 (12 settembre); Seminario di batteria con Dave Weckl ed Esibizione del Coro di Castelfrentano (17 settembre).

Spazio, immancabile, per gli appuntamenti enogastronomici, con “Malvo’ in Festa” (8 e 9 settembre) e “Gusto InFesta”, specialità culinarie tipiche lancianesi (11 e 12 settembre) a cura dell’Associazione culturale DALILA di Torre Sansone, oltre a tante altre occasioni di gustare i prodotti della tradizione locale nel corso di tutto il periodo di Feste.

Non mancheranno manifestazioni originali e in alcuni casi di assoluta novità per le Feste di Settembre: Ludobus “ScomBussolo – Giochi per Tutti”: un furgone carico di giochi in legno (della tradizione popolare, del mondo, d’equilibrio, di lancio, d’ingegno) che vengono messi a disposizione di bambini, ragazzi, adulti e famiglie per poter giocare, dalle 18.30 alle 22.30 del 6 e 7 settembre in piazza Plebiscito; “Festival dell’anima” – Percorsi di benessere per corpo mente e anima (9 e 10 settembre all’Auditorium Diocleziano); “Festival della Serenata – Città di Lanciano” 2° Edizione, a cura dell’Associazione culturale DALILA di Torre Sansone e dell’associazione “La Luna di Seb” con degustazioni di piatti tradizionali abruzzesi (10 settembre in piazza Pace).

E, ancora, tantissimi altri appuntamenti culturali, mostre, presentazioni di libri, eventi sportivi e tanto, tanto altro.

Senza trascurare, ovviamente, la tradizione: la Fiera di Sant’Egidio del 31 agosto, il Dono dell’8 settembre (con oltre 20 tra contrade, rioni e Comuni presenti), le Luminarie a cura della ditta Paulicelli Gianfranco S.r.l., la Banda “Città di Fossacesia”, i 4 appuntamenti dei fuochi d’artificio a cura di Morena Fireworks con la collaborazione di Esplodenti Sabino e la tradizionale Lotteria delle Feste, quest’anno abbinata al Lotto e quindi estratta con il Lotto del 23 settembre. Da questa settimana sarà inoltre in distribuzione l’Almanacco delle Feste di Settembre 2017, disponibile presso la sede del Comitato, in piazza Plebiscito, 67.

Read more...

10 cose da fare a Lanciano a Pasqua

1) Assistere il Giovedì Santo, mentre la popolazione è impegnata nel rito dei Sepolcri e la visita alle chiese della Città, alla processione dei confratelli dell’Arciconfraternita della Morte e Orazione di San Filippo Neri, che col volto coperto da un cappuccio nero, come nera è la tunica che indossano, con un incedere mesto e lento illuminato dalle fiaccole accompagnano, insieme alla banda che suona il Miserere del musicista Francesco Masciangelo, uno dei membri del sodalizio, scelto per antica consuetudine dal Priore, il quale rinnovando il gesto di Simone di Cirene, scalzo accolla la croce di legno percorrendo le vie della città.

2) Assistere alla processione del Venerdì Santo, aperta dall’alto e caratteristico vessillo dell’Arciconfraternita, la cosiddetta “pannarola”, che si svolge con i confratelli e le consorelle del Pio Sodalizio che a capo scoperto fanno ala al Cireneo che accolla la croce, e portano a spalla i tradizionali simboli della passione, le statue delle tre Marie e infine del Cristo Morto, il veneratissimo simulacro la cui epoca e origine è ammantata da un velo di leggenda e di mistero.

3) Ascoltare le commoventi noti del Miserere di Masciangelo che accompagna la processione unitamente al tradizionale crepitare delle raganelle, unici suoni, che al passaggio del corteo, rompono il silenzio della solenne processione del Venerdì Santo

4) Assistere all’“Incontro dei Santi” che avviene sulla piazza del Plebiscito, al mezzogiorno della domenica di Pasqua (si ripete anche il martedì dopo Pasqua) e vede protagonisti i tre simulacri di Gesù, Maria e San Giovanni, trasportati ciascuno dai membri di una confraternita, che si fanno reciproci inchini, in una sorta di reciproco saluto.

Per tre volte il gruppo dei confratelli di SS. Simone e Giuda, che portano la statua di San Giovanni, si muove avanti e indietro per tentare di convincere la Madonna, trasportata dai membri della Confraternita del Santissimo Rosario, che il Cristo è davvero risorto ma solo all’ultimo tentativo e alla “vista” del Salvatore, la cui statua viene accollata dai Confratelli dell’Arciconfraternita di Maria Santissima della Pietà e Concezione, la statua viene privata del mantello nero e, vestita di bianco e verde, corre tra il volo dei colombi e il suono delle campane verso la statua del Redentore.

5) Visitare il Miracolo Eucaristico presso la Chiesa di San Francesco, il più antico Miracolo Eucaristico riconosciuto dalla Chiesa Cattolica, essendo avvenuto, secondo quanto tramandato dalla tradizione intorno all’anno 700.

Un monaco Basiliano, dubitando durante la celebrazione della messa della presenza di Gesù nell’Eucaristia vide, tra le sue mani le specie eucaristiche mutarsi in carne e sangue.

6) Visitare la Cattedrale della Madonna del Ponte con le volte e la cupola affrescate da Giacinto Diano che eseguì anche i dipinti delle lunette e due pale d’altare tra il 1787 e il 1793.

Ai lati del presbiterio si trovano, a sinistra La regina di Saba e il re Salomone realizzata nel 1806 dall’artista Giuseppangelo Ronzi di Penne, mentre a destra, distrutta da un incendio nel 1933 l’opera originale Davide e Abigail essa è stata sostituita da un dipinto di analogo soggetto ispirato a quello perduto realizzato dal pittore Francesco De Vincentiis di Chieti.

Nella nicchia sull’altare maggiore sta la venerata immagine in terracotta della Vergine col Bambino, opera della metà del ‘400, epoca in cui la devozione popolare, aumentata nel corso dei secoli, fece sì che dalla piccola edicola con l’immagine della Vergine, ricavata in uno dei merli costruiti a difesa del ponte che nel medioevo collegava il fosso della Pietrosa congiungendo il centro urbano al prato della Fiera, per successivi ampliamenti della piccola edicola, si arrivasse, nel 1443, alla costruzione della prima cappella che andò ad occupare il ponte medievale in tutta la sua larghezza.

7) Visitare il Ponte di Diocleziano, maestosa struttura sulla quale nel corso dei secoli è stata edificata, a seguito di numerosi lavori di ampliamento, la Cattedrale e il sottostante Auditorium Diocleziano; suggeriamo una passeggiata su via dei Bastioni per apprezzare la maestosità dei due monumenti

8) Passeggiare per i vicoli di Lanciano Vecchio partendo da Piazza Plebiscito lungo via dei Frentani passando per Palazzo del Capitano, la Torre di San Giovanni, la Chiesa di S. Agostino, la cappella detta "di Ricciarella", le botteghe medievali, la chiesa e la porta di San Biagio fino a tornare in piazza passando lungo via dei Bastioni

9) Passeggiare da Piazza Garibaldi verso via Garibaldi salendo dalle Chiese di San Nicola e San Rocco, passando per Santa Maria Maggiore, Largo dell'Appelo con il Museo Diocesano, e fino ad arrivare alle Torri Montanare

10) Assaggiare i tradizionali dolci di Pasqua (cuori, pupe e cavalli) e i fiadoni

 

Read more...

Le 10 tradizioni da non perdere a settembre a Lanciano/10 must-do things in september in Lanciano

Le dieci cose e tradizioni da non perdere a settembre/Ten must-do things in september in Lanciano

 

1) sparo dei mortaretti in piazza Plebiscito alle 13.00 del 29 agosto per l'apertura delle Feste e alle 12.00 del 1 settembre per prevedere il meteo in base alla direzione della bandiera

2) regalare una campanella di terracotta a S. Egidio il 31 agosto e girare per le tantissime bancarelle lungo il corso e in Piazza

3) assistere alla rievocazione storica del Mastrogiurato la prima domenica di settembre

4) assistere alla sfilata dei donativi alle 10.00 dell'8 settembre

5) fare "la nottata" il 13 settembre mangiando "laccio" e porchetta

6) assistere ai fuochi, all'accensione della paratura e alla sfilata della banda alle 4 del mattino del 14 settembre

7) mangiare la pizza con i peperoni alle 4.00 del mattino del 14 settembre dopo gli spari dell'apertura

8) assistere alla Processione in onore della Madonna del Ponte il 16 settembre

9) mangiare noccioline e lupini lungo corso Trento e Trieste mentre osservi il fiume di gente che passeggia, oppure durante i concerti in piazza

10) assistere ai fuochi pirotecnici a mezzanotte del 14 e 15, ma specialmente alla serata conclusiva del 16 settembre

 

 

1) watching the fireworks in Plebiscito square at 13.00 of 29 August for the Feasts opening and at 12.00 of 1 september to predict what the weather will be at september feasts according to the direction of the flag

2) donating a terracotta bell in S. Egidio fair on August 31

3) attending the reenactment of Mastrogiurato the first Sunday of September

4) watching the parade of Dono at 10.00 am on 8 September

5) Doing "nottata" (all night long awake) September 13 eating pork and celery

7) eating pizza with peppers at 4.00am of 14 September

6) Watching the fireworks and the ligthning of paratura at 4.00am of 14 September

8) attending the Procession of Madonna del Ponte on September 16

9) eating peanuts and lupine along Corso Trento e Trieste

10) watching the fireworks at midnight of 14 and 15, but especially the final evening of 16 September

 

Read more...
Subscribe to this RSS feed